Difesa Ambientale del Mare Adriatico e Comunicazione

INTERREG III A Transfrontaliero Adriatico

Regione Marche Contea di Zara Unione Europea Interreg III A ProjectImage
HOME >> TACLINE >> Attivitą
Domenica, 19 Novembre 2017
Attività progetto Tac Line
AT1 Attivazione e gestione del gruppo di progetto

La costituzione del gruppo di progetto rappresenta la fase preliminare all’inizio delle attività progettuali, e richiede uno sforzo d’integrazione di diverse tipologie di competenze tecniche e professionali, oltre che la coniugazione degli apporti che dovranno essere resi dai rappresentanti dei due Paesi.

La strutturazione del sistema organizzativo che si occuperà della "governance" del progetto avrà una architettura che presenta le seguenti articolazioni:

Steering Committee

Steering Committee

  • La "mission" dello S.C. riguarda: il coordinamento generale del progetto, la definizione delle linee strategiche d’indirizzo, programmazione e controllo, la pianificazione delle attività e delle risorse ed il monitoraggio dei risultati, la definizione delle interrelazioni con altri interventi, la pianificazione e gestione delle azioni di comunicazione dei risultati, la definizione di programmi di collaborazione con altre realtà del mondo istituzionale, accademico e scientifico, la definizione del modello organizzativo di gestione;
  • Lo strumento di lavoro dello S.C. è rappresentato dal "Master Plan del progetto", che si articola in piani annuali, in report trimestrali, ed in un report consuntivo di fine anno. Le attività che interesseranno il progetto avranno un limite di durata massima di tre anni;
  • Lo S.C. ha il compito di dare approvazione alla esecuzione dei progetti proposti dal Gruppo di progettazione, e di armonizzare tale attività con le normative vigenti nei due Paesi, in materia;
  • La composizione dello S.C. dovrà prevedere la presenza di esperti dei due Paesi designati dai Partner , in un numero massimo di cinque membri, di cui uno svolge la funzione di coordinatore;
  • La Regione Marche designerà due membri oltre il coordinatore (Project manager), l’università di Zara designeranno un membro.

Gruppo di Progettazione

  • La "mission" del Gruppo di progettazione e sviluppo riguarda: l’attuazione di tutte le fasi di progettazione (progettazione esecutiva, di dettaglio) dell’infrastruttura di trasporto, la progettazione dei sistemi di sicurezza, l’individuazione e la progettazione delle applicazioni di servizi telematici di interoperabilità ed il loro impiego per l’integrazione dei sistemi informativi esistenti; la definizione dei requisiti tecnici per l’acquisizione di beni e servizi (capitolati di gara); la verifica dei risultati conseguiti.

Direzione lavori e collaudi

  • La "mission" della direzione lavori e collaudi riguarda la verifica del rispetto dei capitolati tecnici da parte dei fornitori e il controllo dei Service Level Agreement, sia dei servizi forniti da terzi e definiti dai capitolati di gara, sia dei servizi erogati dal progetto. In caso di mancato rispetto degli SLA, la direzione lavori porta a conoscenza dello steering commitee l’entità e le cause del disservizio attraverso una relazione scritta;
  • Spetta alla direzione lavori la gestione della Contabilità di progetto e di tutte le azioni ed adempimenti connessi.

Spetta alla Direzione lavori la responsabilità inerente l’attuazione delle misure di sicurezza e la loro gestione, secondo quanto stabilito dagli elaborati progettuali.

AT2 Redazione del master plan

Una volta definita ed avviata la fase di costituzione del Gruppo di progetto, dovrà essere pianificata e condotta a termine l’attività connessa con la produzione del "Master Plan" del sistema da realizzare (TAC Line Master Plan).

Il "Master Plan" si compone dei seguenti documenti:

1. Un documento in cui è esplicitata la "visione generale" e le strategie di sviluppo;
2. La definizione dell’architettura generale di sistema;
3. La definizione dei singoli sottosistemi relativi ai servizi che si intendono realizzare coerenti con l’architettura generale;
4. Definizione dei requirement necessari alla corretta integrazione dei servizi presso gli Enti coinvolti nel progetto;
5. Definizione degli SLA ;
6. Pianificazione dei tempi di realizzazione e messa in esercizio;
7. Il piano economico-finanziario suddiviso per sottosistemi e progetti.

Al fine di divulgare i risultati via via acquisiti e di poter meglio realizzare l’integrazione del progetto con i singoli sistemi informativi degli Enti coinvolti, durante la fase di realizzazione del Master Plan sono previste una serie di eventi del tipo: seminari, workshop, videoconferenze. Tale attività permetterà la diffusione e la condivisione delle soluzioni metodologiche e tecnologiche che si intendono utilizzare, al fine di avviare un processo di concertazione e condivisione del progetto da parte di ogni soggetto partner.

L’attività si concluderà con l’approvazione definitiva del documento da parte dello S.C.

AT3 Progettazione esecutiva e di dettaglio

Una volta definita la fase di compilazione del Master Plan, dovrà essere avviata da parte del Gruppo di progettazione e sviluppo l’attività connessa alla realizzazione della progettazione esecutiva e di dettaglio.

Sulla base del Master Plan vengono redatti i progetti esecutivi e di dettaglio:

1. del sistema di trasporto (Backbone IP);
2. degli standard di interoperabilità;
3. dei singoli servizi telematici di base;
4. dell’infrastruttura dedicata alla gestione della sicurezza informatica;
5. del sistema di reportistica per il monitoraggio degli SLA.

Conseguentemente sono prodotti i capitolati relativi all’acquisizione di beni e servizi.

Il fine di tale Attività sarà quindi di definire tecnicamente ed operativamente i dettagli realizzativi del progetto e di predisporre la necessaria infrastruttura per il monitoraggio ed il controllo della sicurezza e della qualità dei servizi erogati.

AT4 Acquisizione beni e servizi- installazione apparati- monitoraggio e controllo

La Direzione lavori e collaudi provvede, sulla base dei capitolati prodotti dal Gruppo di progettazione sviluppo, alla attuazione delle procedure di acquisizione di beni e servizi.

A seguito dell’acquisizione di beni e servizi la Direzione lavori e collaudi sovrintende alla messa in esercizio ed al collaudo:

del sistema di trasporto
dei servizi di interoperabilità
dei singoli servizi telematici di base.
del sistema di sicurezza.

E contestualmente:

certifica l’aderenza delle forniture ai capitolati
effettua la start-up dell’attività di monitoraggio
certifica il livello degli SLA
effettua la contabilità di progetto

Il fine di tale attività sarà quindi di sovrintendere alla corretta realizzazione tecnica del progetto e valutare l’efficienza in itinere delle realizzazioni ed eventualmente proporre metodi correttivi, in modo da permettere un riorientamento delle Attività da parte del soggetto attuatore dell’intervento

AT5 Disseminazione dei risultati

Tale attività viene svolta, come già evidenziato, dallo Sterring committee.

AT6 Attivita’ e utilità italo-croate

L’obiettivo strategico del Tac-line è quello di realizzare il trasporto condiviso di dati di diverse caratteristiche e contenuti tra le due sponde del mare Adriatico allo scopo di sviluppare una rete di comunicazioni che permetta di aumentare i fattori di connessione dell’area interessata, consentendo, in una logica di cooperazione transfrontaliera, lo sviluppo di un’euroregione adriatica.

I beneficiari del progetto sono:

tutte le realtà economiche e sociali costiere con interscambio di informazioni a bassi costi di uso;
tutte le entità nazionali ed internazionali che sovrintendono ai progetti di integrazione e scambio;
tutte le iniziative a titolarità italo-croata finalizzate alla sorveglianza, al monitoraggio e alla gestione integrata delle attività marittime del bacino Adriatico.

Tutto questo garantirà l’inizio di un comune percorso di sviluppo in ambito di "Information comunication technology" I.C.T

Copyright © 2005 Regione Marche - All rights reserved